per essere accettabile doveva essere scritto diverso: la UE

Опубликовано 11 июля 2013
Просмотры: 8

Quanto ci costa la Brexit

Tutti pagheremo il conto della Brexit. Oggi la Gran Bretagna ha consegnato al presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, la lettera con la quale invoca l 50 del Trattato dell dando il via alla formale secessione dall europea. Il premier Theresa May nella missiva ha sottolineato che Londra non farà più parte del mercato unico e che ènecessario concordare le condizioni della nostra futura partnership contemporaneamente moncler outlet serravalle a quelle del nostro ritiro dall Tuttavia, ha aggiunto, se lasceremo l senza un accordo, la nostra posizione di base è che dovremo commerciare moncler bambino saldi alle condizioni fissate dal Wto (Organizzazione mondiale del commercio), mentre in termini di sicurezza, il fallimento del tentativo di raggiungere un accordo significherebbe che la nostra cooperazione nella lotta contro il crimine e contro il terrorismo ne sarebbe indebolita. Dobbiamo, perciò, necessariamente capire quanto ci costerà la Brexit in termini economici e che ricadute avrà sulle nostre vite questa decisione epocale. Per l come abbiamo sottolineato di recente, è anche un di attrarre sia le istituzioni finanziarie, che sceglieranno una nuova sede nell sia quei Paperoni esteri che vorranno prendere la loro residenza in Europa.

Cominciamo, però, dalle note dolenti. Innanzitutto, il nostro Paese rischia una stangata stimata tra i moncler outlet trebaseleghe 3,2 e i 4 miliardi di euro nel biennio 2019 2020, cioè grosso modo la manovrina pari allo 0,2% di Pil che il governo si appresta a varare. L’unica cosa che resta da stabilire sarà la moncler bambino outlet modalità con cui saldare la parcella: più tasse oppure meno investimenti.

L’assenza di un accordo con Londra avrebbe conseguenze ancor più gravi, ha spiegato Michel Barnier, capo negoziatore della secessione britannica per conto della Commissione Ue alludendo alla possibilità di una hard Brexit. Le analisi fanno riferimento a uno studio pubblicato dall’Istituto Jacques Delors che esamina le conseguenze della Brexit a seconda dei differenti scenari possibili. Bruxelles moncler saldi punta a far rispettare al governo britannico gli accordi di compartecipazione al bilancio Ue fino al 2020 nonostante l’uscita sia calendarizzata per l’anno precedente. Il vero problema, però, è cosa accadrà con la successiva programmazione settennale 2021 2027. Alle casse comunitarie verranno meno 10 miliardi di euro di contributi netti all’anno (17 miliardi includendo gli investimenti in Gran Bretagna). Non sono bruscolini perché corrispondono al 20% delle dotazioni moncler uomo dei fondi di coesione, al 20% della moncler outlet online uomo politica agricola comunitaria o all’intero stanziamento annuale per i programmi Erasmus.

La ricerca dell’Istituto Jacques Delors prefigura sostanzialmente tre possibilità: copertura dell’ammanco, taglio del budget o una sintesi delle prime due. Nel primo caso, se non si volessero tagliare gli investimenti, bisognerebbe aumentare di 17 miliardi di euro (119 miliardi in 7 anni), come detto, moncler outlet il bilancio dell’Ue a 27 tramite i due canali standard di finanziamento: i contributi dei singoli Stati sulla base del Pil e la compartecipazione al gettito Iva. Questo vorrebbe dire che gli Stati come Germania, Francia e Italia dovrebbero versare da un minimo del 10 a un massimo del 25% in più di quanto facciano oggi. Roma gira ogni anno circa 17 miliardi a Bruxelles: la spesa potrebbe perciò aumentare da 1,7 miliardi annui fino a 4 miliardi circa.

Se, invece, il bilancio fosse ridotto, la spesa sarebbe minore, ma anche i programmi di investimento come visto subirebbero un taglio non indifferente.

L’impatto sui conti pubblici dell’Italia a seguito della Brexit è tutto da vedere, perché nell’ambito del negoziato bisognerà anche rivedere tutte le questioni relative outlet moncler al moncler outlet online shop bilancio europeo, che in ogni caso richiede riforme, ha affermato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che oggi è a Londra proprio per sponsorizzare l e, in particolare Milano, come succedaneo della capitale britannica nell che verrà. Siamo qui per spiegare che l’Italia e Milano possono essere un’opportunità per l’Europa e anche per il Regno Unito, ha aggiunto il ministro, ricordando le iniziative del governo per attrarre gli investitori esteri, come quella che ha portato all’introduzione di maggiori tagli di tasse moncler bambino outlet per rendere più convenienti per le imprese investire nel nostro Paese.

Ovviamente, Londra non starà a guardare e May pensa già a misure attrattive dei capitali come un taglio alla corporate income tax. Basterà? evidente che le imprese non possano vivere nel dubbio, per questo, anche accettando di convivere con un tax rate meno conveniente, preferiranno rivolgersi a Paesi dove ci sono regole certe piuttosto che agire nell’ignoto, commenta Paolo Besio, partner di Bernoni Grant Thornton ed esperto di fiscalità internazionale aggiungendo che sarà difficile che, alla fine di questo processo, la Gran Bretagna possa diventare un paradiso fiscale, c’è l’ipotesi di far scendere la tassazione dal 20% al 17% entro il 2020 ma cosa succederà dopo non è ancora dato sapere. In ogni caso stiamo parlando di un livello ancora elevato rispetto ad altri Paesi «concorrenti» come l’Irlanda.

Secondo la Commissione europea, i negoziati per la Brexit dovrebbero contemplare il pagamento da parte di Londra della compartecipazione ai fondi europei fino al 2020 più le pensioni dei funzionari britannici che hanno piumini moncler scontatissimi lavorato per l durante il periodo di adesione alla Comunità. Le stime, tuttavia non confermate ufficialmente, porterebbero piumini moncler il conto del divorzio a 60 miliardi di euro. Una cifra che la Gran Bretagna non ha nessuna voglia di sborsare.

Non sarà piumini moncler uomo di sicuro un percorso facile per la Gran Bretagna, come si vede in questo grafico tratto da un report di Credit Suisse. Le esportazioni britanniche sono cresciute meno rispetto al commercio globale. Eppure dal referendum del 27 giugno la sterlina si è svalutata del 12,5 per cento. Ora i britannici stanno cominciando anche a conoscere l dovuta soprattutto alla risalita piumini moncler saldi dei prezzi petroliferi. Ma quando il deprezzamento della sterlina si farà sentire, sarà difficile non incrementare in misura proporzionale i prezzi alla produzione salvo attuare una politica di fortissima moderazione salariale. Difficilmente praticabile in un in cui industria e agricoltura contano meno del 20% del Pile il resto è soprattutto servizi finanziari. comunque troppo presto per sbilanciarsi: c da sperare che la Gran Bretagna resti forte. sarebbe positivo anche per l italiana.

Non mi e chiaro, e non lo trovo spiegato da nessuna parte, perche il budget EU dovrebbe rimanere lo stesso con un membro in meno. Anche ammettendo che l dia piu di quanto riceve, non credo che dia X e riceva 0. (Per esempio riceve fondi di ricerca, di cui so direttamente, ma senz ci sono anche fondi sviluppo).

Insomma, signori giornalisti, potete moncler saldi uomo spiegarci (senza prevenzioni e senza omissioni) costi e benefici in astratto?

Mi sembra ovvio che alcuni membri diano piu di quanto ricevano (senz fra questi ci sara la Germania, che pure sembra ben contenta di essere in UE), piu un certo Ma i dati piumini moncler outlet veri e propri quali sono? Dove li trovo?

Mi accontento di link, anche dai lettori (ma dei lettori, senza offesa, non mi interessano le opinioni!)

ho letto anche lo studio pubblicato da delors.

termini di sicurezza, il fallimento del tentativo di raggiungere un accordo significherebbe che la nostra cooperazione nella lotta contro il crimine e contro il terrorismo ne sarebbe indebolita

perché? cosa c smettono di collaborare https://www.moncleroutlet-i.org nella lotta contro il crimine ed il terrorismo se non si raggiunge un accordo? perché? per fare un dispetto a noi? perché loro non sono per niente toccati dalla criminalità e dal terrorismo? la lotta alla criminalità e al terrorismo la fanno solo per fare un piacere a noi?

nostro Paese rischia una stangata stimata tra i 3,2 e i 4 miliardi di euro nel biennio 2019 2020,

perché? come si è stabilito questo costo? da dove deriva?

casse comunitarie verranno meno 10 miliardi di euro di contributi netti all’anno (17 miliardi includendo gli investimenti in Gran Bretagna).

davvero la gran bretagna dà alla UE contributi netti di 10 miliardi di euro all

non conosco i dati esatti, ma questa affermazione non mi sembra credibile: il bilancio UE dovrebbe essere, secondo l di 138 miliardi di euro all a moncler saldi outlet prima moncler donna vista la GB con una popolazione di 60 milioni su 500 in totale della comunità dovrebbe versare circa 17 miliardi all a parità di altre condizioni dovrebbe ricevere indietro la stessa cifra, tolte le spese di funzionamento degli organi comunitari (che spero relativamente contenute). come fa ad avere un contributo netto di 10 miliardi? ne paga 27 per riceverne indietro 17? ne paga 17 per riceverne indietro 7? d che alcuni paesi pagano di più di quello che ricevono ed altri di meno, ma una differenza di 10 miliardi su 17 non mi sembra credibile.

17 miliardi includendo gli investimenti in gran bretagna? che cosa vuol dire? chi fa questi investimenti? la UE? che investimenti sono? perché perderebbe 7 miliardi all per questo motivo con l della GB dalla UE? nell citato non ho trovato nessun elemento per capire a quali investimenti si riferisce e perché si perdono 7 miliardi.

l frase che potrebbe avere una qualche attinenza mi sembra essere:

If the EU wanted to keep its budget at the current level

and use the money currently spent in the UK on other projects, the gap would amount to 17 billion per year

avendo citato prima i 7 miliardi spesi dalla UE in progetti in GB.

per come capisco io il discorso non sta in piedi: se i 7 miliardi sono spesi nella UE e non in GB, il beneficio è nella UE e non in GB. per essere accettabile doveva essere scritto diverso: la UE continua a spendere 7 miliardi all in investimenti in GB anche se la GB non fa più parte della UE e non contribuisce più alle entrate della UE, cosa chiaramente assurda.

primo caso, se non si volessero tagliare gli investimenti, bisognerebbe aumentare di 17 miliardi di euro (119 miliardi in 7 anni),

ancora: almeno gli investimenti in GB vengono necessariamente tagliati, le spese in qualche modo a favore della GB vengono tagliate. Come si fa ad ipotizzare che si perdano solo le entrate provenienti dalla GB senza ipotizzare una contemporanea eliminazione delle uscite verso la GB.

Оставьте комментарий